CHIESA DI S. GIUSEPPE

Costruita nel 1565, presenta caratteristiche tardo – rinascimentali. Successivi restauri del 1639, 1643 e del 1758 ne modificarono, in parte, l’impianto originario.

La chiesa presenta una semplice aula rettangolare con presbiterio quadrato, cui sono annessi i corpi di fabbrica della sacrestia e del campanile a vela. La facciata è ad ordine unico, con timpano triangolare a porta architravata disadorna sovrastata da una finestra rococò. La porta sembra risalire ad un rifacimento ottocentesco.

Al suo interno una fantasiosa decorazione in stucco avvolge le cappelle lungo la navata, incorniciando gli altari. Sulla destra si apre la cappella di S. Giuseppe, che emerge nel profilo esterno come piccola abside: l’altare è stato rifatto nel 1927 ma settecentesco è il gruppo policromo di S. Giuseppe col bambino Gesùattribuito a Filippo Quattrocchi. Sul lato sinistro è importante l’altare ligneo settecentesco di S. Anna, con dipinto coevo dello sposalizio della Vergine. Anche l’altare della Madonna del Buonviaggio conserva la struttura lignea originale.

L’altare maggiore, ornato da commessi marmorei policromi e colonne tortili, è del 1673 con dipinto centrale raffigurante la Sacra Famiglia con S. Elisabetta e S. Anna. Due cripte sotterranee sono segnalate da iscrizioni del 1643 e 1864, rispettivamente davanti l’altare maggiore e vicino all’ingresso. Il pavimento ottocentesco in ceramica policroma è stato sostituito e ne sopravvivono poche tracce.